Marcello Valente

Harpocr., sv. hepidietes hebesai.
On coming of age at Athens according to Didymus

Abstract

The age of majority was reached at 18 in Athens and was usually named through the expression hepidietes hebesai, ‘two years after puberty’, because puberty was reached at 16. In a lemma, Harpocration refers Didymus’ erroneous opinion, according to which the mentioned expression means 16, arguing that puberty was reached at 14. Who tried to explain this mistake has thought uniquely of a confusion with Spartan law. It seems although possible to advance two other hypotheses at least: Didymus referred to subdivision, made by Solon, of human life by groups of seven years or he was influenced by contemporary Roman law which set puberty at 14.

Keywords: Athens, age of majority, Didymus, Solon, Roman law.


Harpocr., sv. hepidietes hebesai.
A proposito della maggiore età ad Atene secondo Didimo

Riassunto

Ad Atene la maggiore età si raggiungeva a 18 anni ed era generalmente indicata con l’espressione hepidietes hebesai, ‘due anni dopo la pubertà’, poiché la pubertà si raggiungeva a 16 anni. In un suo lemma, Arpocrazione riporta tuttavia l’opinione errata di Didimo, secondo cui questa espressione indicasse i 16 anni sostenendo quindi che la pubertà si raggiungeva a 14. I pochi che hanno tentato di spiegare tale errore si sono limitati a ipotizzare una confusione con il diritto vigente a Sparta. Pare tuttavia possibile proporre almeno altre due ipotesi: Didimo si sarebbe riferito alla suddivisione, di matrice soloniana, della vita umana in settennati, oppure avrebbe subito l’influenza del coevo diritto romano che fissava la pubertà a 14 anni.

Parole chiave: Atene, maggiore età, Didimo, Solone, diritto romano.



Leggi l'articolo