Laura Pepe

Pregnancy and Childbirth, or the Right of the Father.

Reflections on Motherhood and Fatherhood in ancient Greece.

Abstract

Also in her only politically relevant function – the reproductive one – the Greek woman, and particularly the Athenian woman, is strictly subordinate to the male authority: man is the sole holder both of the power to decide whether to rear the newborn baby inside the oikos as a legitimate son, and of the right to dispose of the pregnancy of the woman subject to his authority. Some references in the sources allow us to state that the unique purpose both of the medical and of the legal rules banning abortion was to protect fatherhood; hence the responsibility of the woman who caused an abortion without her husband’s consent.
Moreover, the popular and philosophical ideas on pregnancy and childbirth provide the basis, and at the same time the justification, for the rules that define the central importance of the father in the oikos both from a social and from a specific legal perspective.

Gravidanza e parto, o del diritto del padre.
Alcune riflessioni su maternità e paternità nella Grecia antica.
Riassunto

Anche nell’unico ruolo che le è politicamente riconosciuto, quello di riproduttrice, la donna greca, e in particolare quella ateniese, è rigorosamente soggetta all’autorità maschile: l’uomo è il solo titolare tanto del potere di decidere se accogliere il neonato all’interno dell’oikos come figlio legittimo, quanto del diritto di disporre della gravidanza della donna di cui è kyrios. Alcuni spunti nelle fonti permettono di affermare che il divieto, medico e giuridico, di aborto è teso a tutelare esclusivamente la paternità; di qui la responsabilità della donna che abortisca all’insaputa del marito.
Peraltro, le concezioni popolari e filosofiche su gravidanza e parto forniscono un fondamento, e al contempo una giustificazione, alle regole che definiscono la centralità della figura paterna nell’
oikos sotto il rispetto sociale e più specificamente giuridico.

Leggi l'articolo