Presentazione

La «Rivista di Diritto Ellenico» si propone di costituire uno strumento agile e immediato per consentire la pubblicazione di contributi caratterizzati da un taglio peculiarmente giuridico, senza tuttavia tralasciare l’aspetto più antichistico, nella fattispecie storico, culturale e antropologico. In questo senso, la «Rivista di Diritto Ellenico» si vuole caratterizzare anche come pubblicazione, con cadenza annuale, di materiali concernenti le antichità classiche, definizione solo apparentemente generale per la cosiddetta «giusgrecistica» in Italia, ove il tratto saliente della «grecità» non dovrà intendersi come un limite a volere circoscrivere il panorama degli studi: l’aspetto idiomatico, forse più di ogni altro, è parte insostituibile del concetto di Hellenikon già a partire dal V secolo a.C. e il greco antico conosce una tradizione ininterrotta fino al I millennio d.C. coronata dalle sillogi dei commentatori che riflettono proprio su istituzioni, usi e costumi dell’età classica. Accanto a contributi inediti in questo settore, la cui pubblicazione potrà avere luogo in italiano, inglese, francese, tedesco, olandese, spagnolo e greco moderno, la «Rivista di Diritto Ellenico» si propone anche un obiettivo «dottrinario»: offrire al suo interno le ristampe di saggi di riconosciuto valore scientifico risalenti, in particolare maniera, ai due ultimi secoli trascorsi, in originale o anche in traduzione italiana, anche per venire incontro alle esigenze di reperibilità, spesso tutt’oggi ancora difficoltosa.